Utenti online

 73 visitatori online
Matite Wombat

Ultimi Commenti

Napoli - Godega anda
Premettendo, che il blogger che cura sia la rubric
Il dopo Comicon...
Intendi il concorso per esordienti?
Il dopo Comicon...
Ho partecipato a questo evento .. purtroppo non ho
Sarno...l'ultima?
Ciao Luca grazie del bel pezzo tu ricorda sempre c
Momento di transizio
Ragazzi,siete dei grandi,un salutone anticipato pr

Sondaggio

Che tipologia di testate comprate abitualmente?
 
Opinione
blog

Claudia Letizia PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo   
Giovedì 29 Aprile 2010 09:49

Come specificato sulle news, farò un piccolo approfondimento sulla showgirl Claudia Letizia, nostra testimonial per tutto il giorno di sabato 1 Maggio, durante la fiera Comicon 2010.
Piccole note biografiche, tratte da una sua intervista:  "A 17 anni inizio la carriera di modella, e poi col passare del tempo tutto il resto.
Diversi i programmi tv a cui ho partecipato, da “Beato tra le donne”, a “Ciao Darwin5″, “Number Two”, “tTfosi” ed infine (ma solo per ora) “Telegaribaldi”.
( nota  il personaggio LA Precaria  N.D.R)
Appena reduce da una gran bella vittoria al concorso nazionale “miss maglietta bagnata” che al compimento del suo 18 anno mi vede super decorata da ben 5 fasce."
.
Insieme a lei saranno presenti, nel nostro stand( Wombat-Bottero): Enzo Troiano, Gianmaria Troiano, Emilia Perri, Giacomo Porcelli, Enrico Gigante.

A presto...


11152_1287852361493_1385727658_843482_2334620_n

26989_417963216353_54113901353_5372731_3458137_n
Ultimo aggiornamento Giovedì 29 Aprile 2010 11:54
 
Un Castello di Fumetti PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo   
Lunedì 19 Aprile 2010 17:01

Se c’è una cosa che proprio non sopporto, sono le occasioni mancate; va beh, non proprio l’ unica…

Questo è decisamente  il caso della manifestazione “ Un Castello di Fumetti”, tenutasi a Castello di Serravalle in provincia di Bologna.

In realtà era partita bene, per essere alla sua prima edizione.

Un buon sito internet come riferimento, delle info telefoniche sufficientemente esplicative, degli ospiti vari e di tutto rispetto, una discreta accoglienza.

Allora cosa è che non e andato?

Nessuno di noi vuole mettere bocca  riguardo alcuni problemi logistici; non conoscendo le difficoltà locali, non  mi sembra giusto avere da molto da ridire sulla location( sicuramente troppo piccola ed inadeguata) o sulla cartellonistica e le indicazioni che avrebbero dovuto essere molto più presenti.  Ma in qualsiasi caso, nonostante tutti  questi problemi di base, l’ ombra di una superficiale (a volte in balia degli eventi) organizzazione è evidente.

Infatti, sebbene le tragiche condizioni climatiche di sabato 17 e le incostanti di domenica , non siano ne prevedibili ne imputabili a nessuno, non si può omettere l’ annullamento dell’ annunciata mostra di originali di Enzo Troiano per mancanza di un luogo consono e riparato.

Ne è possibile sorvolare sull’ eliminazione della incontro-conferenza, sempre di E.T, prima previsto per la mattina del sabato poi spostato ed accorpato con quello dell’ amico Luca Maresca(ottimo disegnatore anch’ esso) per la domenica mattina.

Risultato finale, saltati entrambi per assenza di un luogo appropriato e di un moderatore.

Ma dico io, non si considera mai che il muoversi da una parte all’ altra dell’ Italia, spesso senza nessuna garanzia di presenza di pubblico, è giusto che abbia un minimo di considerazione?

Sempre meno autori viaggiano e si mettono a disposizione di eventi appena nati, proprio per aiutarli a nascere e poi a crescere.  E’ così sbagliato chiedere un pochino più di attenzione e presenza ed un po’  meno di inadeguata e spaventata improvvisazione.

Non abbiamo mai avuto la puzza sotto il naso e quindi continueremo ad esserci e supportare sempre le manifestazioni più giovani o che vengono alla luce ma( riferito a qualsiasi responsabile di eventi) “ dateci una mano a rimanere sempre con quest’ intenti, a non farci cambiare idea ed a non farci chiedere perché siamo venuti e come avremmo potuto meglio impiegare la giornata ”.

Quando ci si sposta, lo si fa sempre con piacere, ma a volte situazioni simili delegittimano i nostri sforzi ed anche quello degli organizzatori di fiere.

Ben conosciamo di quanto tempo, sudore e lacrime ha bisogno la programmazione di una kermesse,  e son situazioni simili che distruggono mesi di sforzi e possono bruciare una fiera appena nata.

Questo non dovrebbe mai accadere ma capita quasi puntualmente ed in maniera più o meno grave.

Nonostante che di fumetto, a parte noi e L.M. ce ne era ben poco e che fosse incentrata soprattutto sul cosplay, gadget e videogame, abbiamo riabbracciato vecchi amici ed  incontrato di nuovi( un saluto particolare ad Alessia Mainardi ed a tutto il clan di Avellion).

Un poco più di attenzione salva spesso la vita….

 

Alla prossima.

 

alien_1 

Mi sento un po minacciato ma un fan è sempre un fan; o no?!?

bella_tipa

Un bellissimo cosplay.

             cucina_mon_amour

             Un saluto ai cuochi della fiera...

 

 

Ultimo aggiornamento Mercoledì 21 Aprile 2010 08:56
 
Bologna 2010 PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo   
Martedì 06 Aprile 2010 10:07

Tornato non da molto dalla mostra del libro e dell’illustrazione per ragazzi di Bologna, edizione 2010, come da copione, non posso essere troppo positivo…

L’andazzo degli ultimi anni (sempre meno major e sempre meno disponibilità verso gli illustratori), si riconferma alla grande.

Mi ero sbilanciato imprudentemente l’anno scorso, vedendo un tenue barlume di ripresa, perlomeno negli atteggiamenti; al contrario, tranne che in pochi stand, c’è sempre più chiusura mentale verso ogni proposta.

Premetto, per chi non lo sapesse, che la kermesse bolognese è tuttora una delle più grosse ed importanti occasioni d’incontro tra gli illustratori, sceneggiatori e le case editrici; almeno così era un tempo (più o meno sino a 6-7 anni fa).

Ora, invece, a detta di quest’ultime, la loro presenza è solamente dedicata alla vendita dei loro diritti.

Siamo sempre là: ma se tutti vendono e nessuno compra o anche, nessun’ascolta proposte progettuali e neanche valuta i portfolio dei disegnatori, cosa sono venuti a fare?

Per essere più chiari, è come se ogni accordo sia già stato concluso prima dell’inizio della fiera.

Per non parlare della qualità generale di tutti i prodotti!

A partire da quelli presentati negli stand di fumetti francesi ed in quelli giapponesi (sempre inferiori nel numero e nella qualità generale), fino ad arrivare alle illustrazioni per ragazzi presentate per l’ormai notissimo concorso; io non ho più parole…

Per quanto riguarda i primi, se un tempo provavo addirittura a chiedere di avere una copia a fine fiera, oramai non ci penso nemmeno. Attualmente non vale neanche la pena di rompere la mia proverbiale timidezza e cimentarmi col mio assai approssimativo inglese. Infatti, mai come quest’anno, non ho visto una sola cosa degna della mia attenzione.  E dire che, ai tempi d’oro, meno di una ventina di occasioni di domandare, in ogni edizione, non mancavano…

Riprendendo il discorso di prima, anche per quanto riguarda il contest d’illustrazione, il problema è analogo: tranne che pochissime perle, vi è sempre meno cura nei disegni. Molto tendenti al minimale ed al cupo - grottesco, o ad esperimenti ermetico - concettuali, sono sempre più per adulti (volendoli proprio salvare) e sempre meno per bambini. Peccato che, guarda caso, siano il target primario dell’iniziativa e che i risultati finali siano decisamente inquietanti.

Mah…

Parliamo di realtà più positive; per fortuna, quest’anno ve n’è stata qualcuna.

Una più attenta organizzazione nelle sue infrastrutture e nella razionalizzazione degli spazi era visibile a tutti, come anche un più dettagliato e presente servizio logistico - informativo.

La seconda e per quanto mi riguarda più importante, è stato il dibattito tenutosi la mattina di venerdì 26 marzo, presso Il Cafè Illustratori (della Fiera ovviamente) alle ore 11,00 chiamato “La Denuncia Sociale Nel Fumetto”.  Sono intervenuti i disegnatori di fumetti E. Troiano, Claudio Calia ed ottimamente moderati da Sergio Rossi hanno avviato un interessantissimo incontro. A prescindere dal tema dell’appuntamento, decisamente interessante e ben concepito, tengo a sottolineare come nell’ambito della Fiera non se ne facessero da moltissimi anni dedicati ai comics.

E’ stato quasi uno sdoganamento intellettuale nei confronti del fumetto, da sempre considerato alla stregua di un sottoprodotto culturale (perlomeno in Italia).

Probabilmente la nota più bella dell’intera manifestazione e che fa ben sperare per il futuro.

 

DSC00326

IMG_0604-1_480

 

 

 

 

 
Copertino 2009 PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo   
Martedì 02 Febbraio 2010 05:53

Sempre come segnalazione retrospettiva, voglio parlare della manifestazione Nuvole di Carta a Copertino.
Ultima figlia del gruppo di eventi itinerante Nuvole di Carta, è stata per la prima volta, nella città del santo dei voli.
Per la fattispecie, in una location decisamente suggestiva: il suo castello.

Hanno partecipato all’ evento : Emilio Urbano (Walt Disney),Raul e Gianluca Cestaro, Dante Spada (Bonelli), Giuseppe De Luca (Star Comics), Ketty Formaggio (colorista Lupo Alberto), Antonio Mele (vignettista), Paolo Piccione (vignettista), Alessandra Melarosa, Giuseppe Trono, Matteo Greco (caricaturista), ed  il nostro Marco Cito (disegnatore ed illustratore della Collana Wombat) che insieme a Domenico Cucci (sceneggiatore ) hanno presentato il progetto Cuore Nero,  vincitore , tra l’ altro, dell’ ultimo prestigioso Lucca Contest.

Una prima edizione decisamente di tutto rispetto, direi…

Ed impreziosita da una bell’ illustrazione del nostro Danilo Antoniucci.

Come sempre, alcune ingenuità e ritardi, dovuti principalmente alla molta fretta ed all’ inesperienza, hanno accompagnato l’ evento, ma come dico sempre, in questi casi,  possiamo considerarli peccati veniali.

Quindi un bilancio tutto sommato positivo.

Principalmente ho ammirato l’ intraprendenza e l’entusiasmo dell’ organizzazione  e la promessa(hehe,  che mi sono legata al dito) di una seconda edizione concepita con una calma ed una pianificazione maggiore.

Staremo a vedere, ma ho buone speranze a riguardo…

 

IMG_0509

 

cartolina_originale_colore_corretto

Ultimo aggiornamento Martedì 02 Febbraio 2010 15:24
 
Campi Salentina PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo   
Venerdì 15 Gennaio 2010 08:07
Passato ormai molto tempo dalla sua chiusura e quindi a mente più fredda,  vi rivoglio segnalare la bella mostra del libro tenutasi in provincia di Lecce( a Campi Salentina) il 26 novembre del 2009.
Si è chiamata Città del Libro e questa è stata, sicuramente, la più sua bella edizione a partire dalla sua nascita.
Sicuramente l' edizione con maggiori mezzi e con un organizzazione più capillare; vi è stato si qualche problema ma tutto sommato veniale ed in massima parte dovuto all' inesperienza del nuovo staff organizzativo ed anche alle nuove e di gran lunga superiori, dimensioni dell' evento.
E' stata la prima volta che tale mostra si è aperta al mondo del comics, ma lo ha fatto con un rispetto e con una attenzione encomiabile.
Gli ha riservato pari dignità, rispetto a tutti gli altri prodotti librari (cosa non comune in  Italia) e considerato che il fumetto è  ritenuto un sottoprodotto culturale, è decisamente un grandissimo risultato!
Ed anche volendo tralasciare la bellezza degli stand(appositamente creati) e la puntuale assistenza dello staff sempre presente, è da parte mia doveroso segnalare il trattamento riservato agli artisti ospiti.
In questa edizione hanno esposto i maestri Lele Vianello ed Enzo Troiano che sono stati alloggiati in due suit di un albergo, in pieno centro di Lecce.
Per il mondo del fumetto in Italia è assolutamente incredibile....
C'è solo da chiedersi: non è quasi ridicolo ed anche un po triste che manifestazioni non specializzate, trattino il fumetto con maggiore dignità di quelle specialistiche?
Gli organizzatori di quest' ultime dovrebbero meditare seriamente....


IMG_0431

IMG_0492
Ultimo aggiornamento Venerdì 15 Gennaio 2010 09:02
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 10 di 13