Utenti online

 29 visitatori online
Matite Wombat

Ultimi Commenti

Napoli - Godega anda
Premettendo, che il blogger che cura sia la rubric
Il dopo Comicon...
Intendi il concorso per esordienti?
Il dopo Comicon...
Ho partecipato a questo evento .. purtroppo non ho
Sarno...l'ultima?
Ciao Luca grazie del bel pezzo tu ricorda sempre c
Momento di transizio
Ragazzi,siete dei grandi,un salutone anticipato pr

Sondaggio

Che tipologia di testate comprate abitualmente?
 
Opinione
blog

Nessun dorma... PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo   
Sabato 14 Maggio 2011 17:08

 Cari amici, come ha scritto Luca in un precedente articolo ("A volte ritornano…"), le attività 2011 della Wombat hanno dovuto subire un prolungato rallentamento: Enzo Troiano e Luca Presicce sono stati impegnati nel trasferimento a Bologna della casa editrice che purtroppo, per motivi organizzativi e logistici, non è stato perfezionato.

Nondimeno i nostri autori non sono certo restati con le mani in mano!

Qui di seguito potete ammirare tre tavole a matita di Enzo Troiano…Ebbene sì! Il nostro autore sta completando a grandi passi il Tomo 2 di Harcadya che sarà pronto tra qualche mese e che gli appassionati ed estimatori potranno trovare ancora caldo di stampa al nostro stand alla Fiera di Lucca.

E sempre alla Fiera di Lucca ritroveremo anche uno dei nostri autori preferiti in forma più smagliante che mai: il giovane Danilo Antoniucci, che tornerà a divertirci con le nuove avventure di Cronache di un Malandrino.

… e per altre grosse novità sull’amico Antoniucci vi rimando ad un altro articolo, interamente dedicatogli.

Riccardo Bruno

 

harcadya-1   harcadya-2

harcadya--4

 

Ultimo aggiornamento Martedì 17 Maggio 2011 08:20
 
Comicon 2011/2 - Cosa NON è stato PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo   
Giovedì 05 Maggio 2011 22:18

          Da visitatore, da appassionato e da modesto addetto ai lavori mi preme sottolineare qualche pecca più o meno grave, sicuramente correggibile.

Innanzitutto mi ha lasciato perplesso come è stato interpretato il legame tra musica e fumetto.
Volendo sorvolare sul fatto che già un paio di anni fa questo fu il tema della mostra "Fumetti in TV" a Treviso, che senso ha avuto l’inaugurazione con Giuseppe Palumbo che disegnava sulle musiche di Nicola Forte? In che modo e quale tipo di legame ed interazione tra musica e fumetto si doveva desumere? Praticamente è stato come vedere il classico disegnatore che lavora ascoltando musica, senza che emergesse alcuna particolare interazione tra musica e fumetto.

Se gli organizzatori avessero interpellato qualche autore in più magari avrebbero scoperto che ci sono già stati altri che hanno lavorato a progetti di interazione musica/fumetto in maniera più organica e coerente: nel 2006, per esempio, venne realizzato - tramite una compartecipazione tra l’etichetta musicale RES ed il gruppo di musica sperimentale CHAOS - un dvd basato sull’ albo di Enzo Troiano "Eracle 91"; il dvd conteneva una versione del fumetto musicata in cui immagini ad alta risoluzione tratte dalla storia scorrevano a tempo di musica. 

Sempre restando in tema di idee "riprese", diciamo così, c’è da dire che sempre a Treviso, l’anno scorso, Aldo Di Gennaro aveva già avuto una personale dedicata… Va bene che è un grande, ma credo che ci siano tanti altri autori, giovani e/o inediti, cui dare spazio. Ma non basta… Infatti, la personale di Di Gennaro è stata organizzata male: le opere sono state esposte con indicazioni e didascalie carenti quando non addirittura totalmente mancanti! Insomma, per chi non lo conoscesse già o non ne ricordasse le opere viste magari da bambino, Di Gennaro è risultato l’ennesimo illustre sconosciuto.

Ma la scelta più scellerata – almeno nelle modalità con cui è stata attuata – è stata quella riguardante la dislocazione della mostra stessa.

Il Comicon è la seconda mostra (continuo a chiamarla mostra, anche se ora va di moda la parola festival, che sta ad indicare una kermesse più variegata, "multimediale" verrebbe da dire) a livello nazionale, dopo quella di Lucca. Gli organizzatori di Napoli da un paio di anni hanno avuto l’idea di adottare, importare per così dire, la formula della mostra di Lucca che prevede la "decentralizzazione" delle strutture cioè la disseminazione dei nuclei della mostra nelle varie zone della città (nel nostro caso: la mostra di opere, esposizioni, maggiori eventi e grandi editori sono stati collocati al Castel Sant’Elmo ed il Gamecon con giochi e cosplay alla Mostra d’Oltremare).

A Napoli però più che disseminazione però c’è stata una vera e propria scissione: alla Mostra d’Oltremare c’è stato lo spostamento (oltre a quello del settore giochi) di tutto il settore "commerciale", sarebbe a dire di tutti gli stand delle librerie di settore e fumetterie, mentre al Castello è rimasto il nucleo più propriamente artistico: le varie mostre e le grandi case editrici. Il risultato è stato che buona parte dei visitatori (costituito da ragazzi che visitano la mostra, ma poi vogliono anche comprare fumetti) si è necessariamente riversata alla Mostra d’Oltremare lasciando un po' sguarnito il Castello dove i grandi editori hanno quindi lamentato un notevole calo nelle vendite.

A ben poco è servito prevedere un biglietto unico che consentiva la visita ad entrambi i nuclei del Comicon visto che le due strutture sono oggettivamente troppo distanti tra loro per invogliare ad una visita in giornata di entrambi gli spazi; una dislocazione del genere ha sicuramente più senso in una città più piccola come Lucca, in una città enorme come Napoli lo ha molto meno.A mio avviso, sarebbe bastato distribuire in maniera più omogenea i rivenditori specializzati collocandoli anche vicino agli editori: così facendo,  il visitatore compratore avrebbe effettuato negli stessi spazi i suoi acquisti sia presso gli stand delle fumetterie che presso quelli delle case editrici che spesso aspettano proprio mostre del genere per ricavare fondi da investire in nuovi progetti editoriali 

Insomma: il Comicon può aspirare ad essere, per grandezza e qualità, la prima mostra di fumetti d’Italia - vista anche la magnifica cornice cittadina in cui è inserita – ma gli organizzatori devono avere maggior coraggio nel puntare su autori nuovi e nuovissimi ( e non i soliti noti che oramai girano l’Italia da una decina di anni facendo incetta di premi ) e concedere più spazio a progetti innovativi e razionali che li mettano al riparo dagli scimmiottamenti senza senso delle mostre del resto d’Italia.

Riccardo Bruno

Ultimo aggiornamento Domenica 08 Maggio 2011 21:26
 
Comicon 2011/1 - Cosa è stato PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo   
Giovedì 05 Maggio 2011 19:20

          Trentacinquemila visitatori in tre giornate (29 – 30 aprile e 1 maggio), quasi 50 ospiti italiani e stranieri, centinaia di tavole originali in mostra a Castel Sant’Elmo e migliaia di sfide a colpi di joypad alla Mostra d’Oltremare.
Si è chiusa con questi numeri la XIII edizione di Comicon, il salone del fumetto che per il secondo anno consecutivo si è svolto in contemporanea al Gamecon: tra le due sedi l’aumento è stato del 10% dei visitatori nonostante la pioggia nell’intera giornata di sabato.

Anche quest'anno, infatti, gli organizzatori del Napoli Comicon hanno preferito scindere le due anime, quella culturale e quella ludica, che da sempre contraddistinguono la manifestazione.
A Castel Sant' Elmo, quindi, è stato possibile accedere a molteplici e variegate esposizioni di tavole e illustrazioni; assistere a presentazioni, conferenze e workshop dedicati all'arte sequenziale e al cartooning; passeggiare tra gli stand di modernariato alla ricerca di fumetti d'annata e acquistare le ultime novità librarie proposte dagli editori ospiti. Alla Mostra d'Oltremare, invece, l'evento si è presentato come Gamecon ed è stato incentrato sui tornei di videogame, sui giochi di ruolo, sui concorsi di cosplaying e sulla vendita di merchandising.

          Il rapporto tra Fumetti e Musica è stato il tema portante della XIII edizione del Comicon.
Il pulsante cuore musicale della kermesse si è avvertito tutto nella presenza dei Motel Connection, gruppo che rappresenta lo spin-off elettrofunk dei Subsonica. Protagonisti in chiave fantascientifica del volume "Heroin - La strada dei supereroi" (edito da VerdeNero), i Motel Connection hanno dato vita, nella sala multimediale del castello, anche ad una sessione acustica. Nello stesso luogo e alla stessa ora, ma di domenica, ci sono stati poi i Foja, band napoletana di culto, a confrontarsi col pubblico. Capitanati da Dario Sansone, che è anche un apprezzato disegnatore, i Foja hanno realizzato, assieme al cartoonist Alessandro Rak, un suggestivo videoclip animato che vale davvero la pena guardare.

“Le mostre a Castel Sant’Elmo – ha spiegato il direttore della manifestazione Claudio Curcio – sono state molto apprezzate dal pubblico, che, attraverso il percorso espositivo, ha scoperto tutte le sfaccettature del rapporto tra il fumetto e la musica. Ci sono state anche le performance musicali e le contaminazioni live tra musica e fumetto come quella di Nicola Conte e Giuseppe Palumbo nella serata inaugurale. «L’esplorazione dei rapporti tra il fumetto e le altre forme d’arte è stata una scelta vincente – ha proseguito Curcio – e continuerà nelle prossime edizioni: posso anticipare che il Comicon 2012 sarà dedicato ai rapporti tra fumetto e architettura».Tra le punte di diamante della sezione espositiva, c'è stata una personale dedicata al grande illustratore Aldo di Gennaro, illustratore e collaboratore di riviste a fumetti (tra cui " Il Corriere dei Piccoli" ) fin dagli anni '60.

          Grande successo per il Gamecon, che ha registrato l’aumento maggiore di visitatori in proporzione, con i padiglioni della Mostra D’Oltremare strapieni per tutti e tre i giorni e i tavoli da gioco e le consolle affollatissime: «E’ nostra intenzione – conferma Curcio – continuare nel connubio tra i videogame più avanzati e i giochi tradizionali, facendo della sede alla Mostra d’Oltremare un luogo in cui i giovanissimi possano esprimersi in completa libertà anche con i loro costumi da cosplayers (in gergo, i “cosplayers” sono gli appassionati di fumetti e cartoni animati che si vestono e si truccano – spesso in fogge bizarre e variopinte – come i loro personaggi preferiti, spesso con tanto di optionals – armi, utensili e ammenicoli vari – realizzati in cartapesta e/o gommapiuma e dipinti a mano ndR.)

C’è stata, come tutti gli anni, anche l’assegnazione dei premi Micheluzzi-Comicon, tra i premi più prestigiosi del settore.

Il Salone ha incoronato anche la nuova stella del fumetto europeo, il 35enne Manuel Fior che ha vinto il Premio Micheluzzi per il Miglior Fumetto dell'anno con il suo Cinquemila chilometri al secondo. Come Miglior Serie dal disegno realistico è stata premiata Lilith, di Luca Enoch (SERGIO BONELLI EDITORE), come Migliore Serie dal disegno non realistico è stato premiato Rat-Man, di Leo Ortolani (PANINI COMICS); come Miglior Disegnatore è stata premiata la giovane e promettentissima MP5, per Acqua Storta (MERIDIANO ZERO), come Migliore Web Fumetto è stato premiato A Panda Piace, di Giacomo Bevilacqua visibile su: pandalikes.blogspot.com

Appuntamento a COMICON 2012, dal 28 aprile al 1 maggio, quando il festival proseguirà nell’indagine e nel rapporto tra il Fumetto e le altre Arti: focus specifico sui rapporti tra Fumetto e Architettura.

Ma queste notizie, in fondo, le potrete trovare scritte su tutti i giornali e sui blog.
Purtroppo il Comicon è stato anche una grande occasione persa... Nell'altro articolo, vi dico il perchè.

Riccardo Bruno

Ultimo aggiornamento Sabato 14 Maggio 2011 16:09
 
A volte ritornano... PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo   
Giovedì 05 Maggio 2011 10:26


Cari amici, rieccoci qua.
Ci scusiamo per il lungo silenzio, dovuto ai preparativi per il trasferimento della casa editice da Napoli a Bologna che  purtroppo, per motivi logistici, non è avvenuto.
Per farci perdonare la lunga pausa abbiamo deciso di affidare la cura del blog e della redazione degli articoli ad un pluriennale  sceneggiatore di fumetti nonchè amico di vecchia data : Riccardo Bruno, tra le cui opere annoveriamo "Engaso 0.220" e "Lufer"
Da oggi in poi Riccardo Bruno posterà regolarmente 1-2 articoli alla settimana; cominceremo subito con un articolo sul Comicon di Napoli chiusosi da pochi giorni e che, purtroppo, si è rivelato un' occasione non sfruttata adeguatamente per allontanarsi dai soliti binari del fumetto mainstream nazionale.

Buon Wombat a tutti
Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Maggio 2011 11:18
 
Lucca 2010, seconda mano... PDF Stampa E-mail
Scritto da Riccardo   
Lunedì 24 Gennaio 2011 16:20

Qualche altra foto dalla kermesse più importante d' Italia...

IMG_5604 
G.Porcelli ed E. Troiano, in action, nel nostro stand.

IMG_5641

A fine giornata, da sinistra verso destra:
Un distrutto L.Presicce, E.Troiano, Lesiol(Ambra Monfrecola) ed il maestro L. Vianello.

IMG_5610

Un bel piano di Terya (Arianna Aliabiagini).

IMG_5619

Lesiol e Terya.

IMG_5665

E. Troiano e Terya.

Alla prossima...







Ultimo aggiornamento Giovedì 05 Maggio 2011 11:19
 
<< Inizio < Prec. 1 2 3 4 5 6 7 8 9 10 Succ. > Fine >>

Pagina 7 di 13