Utenti online

 2 visitatori online
Matite Wombat

Ultimi Commenti

Napoli - Godega anda
Premettendo, che il blogger che cura sia la rubric
Il dopo Comicon...
Intendi il concorso per esordienti?
Il dopo Comicon...
Ho partecipato a questo evento .. purtroppo non ho
Sarno...l'ultima?
Ciao Luca grazie del bel pezzo tu ricorda sempre c
Momento di transizio
Ragazzi,siete dei grandi,un salutone anticipato pr

Sondaggio

Che tipologia di testate comprate abitualmente?
 
Intervista Giorgia Vecchini

Siamo orgogliosi di presentare l’intervista (corredata da immagini scelte direttamente dalla protagonista) di Giorgia Vecchini alias o famosa come GIORGIACOSPLAY. Per inaugurare la nostra pagina dedicata alle Testimonial che hanno collaborato con la nostra etichetta, non potevamo che scegliere la prima che ha lavorato con noi.

1) Giorgia non hai certo bisogno di presentazioni. Sei sicuramente la più famosa cosplay      italiana. Interviste ne avrai avute tante, quindi cercheremo di porti domande insolite. Cosa vuol dire per te essere una cosplayer?


Molto semplicemente incarnare al meglio sia nell'abito che nelle movenze un personaggio che mi piace e che voglio portare in vita; questo è ciò' che fa un cosplayer nella sua accezione squisitamente primaria. Riuscire a suscitare l'ammirazione l'incredulità lo stupore di chi mi sta di fronte, di modo che possa sgranare gli occhi e riconoscere il personaggio che vedeva in TV, sentirlo dire : “E' proprio lei/lui!”

Tutto ciò' che ci sta intorno ovvero shooting, gare, commissioni, interviste, comparsate, inviti e quant'altro , se vissuto nella maniera corretta, è solo un piacevole contorno.


2) Un tuo giudizio sulle mostre di fumetti, che inglobano anche il fenomeno cosplay. Non credi che sarebbe il momento che i due media avessero uno spazio tutto loro?

Il cosplay slegato dall'evento fiera diventa spesso autoreferenziale e fine a se stesso, viceversa inglobato nella convention è vantaggioso per ambo le parti; per i cosplayer che prima di tutto sono comunque appassionati -e pertanto acquirenti- e per i venditori che hanno l'indotto assicurato di tutta la folla che viene per vedere i cosplayer. Quindi perché mai dovrebbero slegarsi? Inoltre il cosplay non è affatto un media, ma un hobby che sicuramente intrattiene e calamita l'attenzione;l'aspetto importante per favorire una proficua coesione è organizzare in modo corretto e coerente gli spazi, la logistica e i tempi di entrambe le realtà'.


3) Cosa pensi delle nuove generazioni di Cosplay e indicaci quella che tu reputi una tua possibile erede.

Ma che mi volete già' in pensione? Non credo proprio di avere eredi, non perché mi ritenga inimitabile, ma solo perché ogni cosplayer è unico nel suo genere, scimmiottarne uno “famoso” non è il modo migliore di porsi, a mio avviso. Posso dire che pero' tra le nuove leve vedo tanti cosplayer veramente in gamba :)...e se proprio ne devo scegliere uno non ho dubbi : la mia nipotina Arianna...una bambolina di 4 anni e 4 cosplay all'attivo, è sicuramente lei!


4) Raccontaci, con parole brevi il tuo incontro con Enzo Troiano e la tua esperienza lavorativa con Albatros edizioni/Collana Wombat.

E' successo per caso. Durante Lucca Comics 2006 se non erro, mentre ero in giro con il mio costume di Sheila (Hitomi) del famoso anime Occhi di gatto, Enzo mi ha fermato, si è presentato e mi ha lasciato il suo biglietto da visita , chiedendomi se fossi interessata ad un'eventuale collaborazione con lui e la casa editrice Albatros. Ci siamo risentiti durante l'anno, e il progetto relativo a Vanja pian piano andava definendosi sempre con maggiore dettaglio, fino all'esito che si è potuto vedere a Lucca 2007 e 2008.-
Lavorare con lo staff di Albatros e stato piacevole, posso citare il mitico “commesso Angelo” (AngeloPino) e Luca Presicce che con me sono stati molto gentili e disponibili; il clima è stato sempre molto allegro e disteso ma al contempo professionale, spero di interpretare il pensiero di tutti se affermo, senza tema di smentita, che ci siamo trovati tutti molto bene gli uni con gli altri nei rispettivi ruoli.

L'unica nota negativa è stato probabilmente il freddo; Vanja è piuttosto svestita e con il clima lucchese novembrino non era decisamente l'abbigliamento ideale...ma in fondo non si può 'avere tutto ;)


5) Cosa hai provato a portare in fiera un personaggio come Vanja che nasceva con te?

E' stata senza dubbio un'esperienza interessante e unica nel suo genere, del resto Enzo Troiano, il papa' di Vanja, mi ha dato anche parecchia liberta' perchè io potessi “cosplayare” Vanja come più' la sentissi nelle mie corde, e direi che l'ottimo riscontro ottenuto sia in pubblico che per lo shooting dedicato ci hanno dato ragione. La gente durante gli eventi in cui la bella guerriera era presente allo stand era molto interessata e curiosa di conoscere la genesi e il perché di Vanja e questo ha contribuito certamente a far sentire quel personaggio unicamente mio, insomma una bella soddisfazione, non c'è che dire.


6) Come vedi il futuro di Giorgia Vecchini?

Tante collaborazioni, e sperimentazioni che nascono dal cosplay, ma in seguito si plasmano autonomamente vivendo di vita propria, senza contare tutte le varie sinergie in atto in questo momento che solo in parte si sono concretizzate. Insomma c'è ancora parecchio lavoro da fare :)


7) Siamo riusciti a porti domande originali?

Quasi sempre dai ;)
Un saluto a tutti e non perdetevi tutte le news su quanto mi riguarda sul mio sito www.giorgiacosplay.com, mentre per rimanere sempre aggiornati sul mondo del cosplay, Cosplayplanet.net!

Grazie Giorgia e speriamo che nel tuo futuro, ci sia dietro l’angolo un’altra collaborazione con il nostro staff.

 

GV1 GV2 GV3 GV4 GV5 GV6 GV7 GV8 GV9 GV10
 

Trackback(0)

Ottieni un TrackBack URL per questo post

Commenti (0)

Scrivi commento

riduci | aumenta

busy
Ultimo aggiornamento Venerdì 19 Novembre 2010 21:45